OMEOPATIA NEI TRAUMI

In quali situazioni l'omeopatia può essere veramente di aiuto:

Alcuni consigli omeopatici che potete seguire prima dell’ intervento medico.

La medicina omeopatica deve il suo successo soprattutto per i suoi risultati positivi nel trattamento dei traumi.

La prima regola è: quanto più è tempestivo è l’uso del rimedio omeopatico, tanto più l'effetto sarà positivo.

Al contrario di quanto si possa pensare l’omeopatia ha un’azione rapida ed efficace nell’ambito della traumatologia.

Sicuramente è importante capire la gravità del trauma attraverso l’intervento di un medico specializzato, ma è anche importante  l’uso del rimedio omeopatico più indicato.

Arnica, il rimedio omeopatico più usato nei traumi 

arnica

Il rimedio omeopatico Arnica (dal nome della pianta Arnica montana illustrata in figura) si può trovare in diverse forme di applicazione:

  • pomate
  • granuli
  • globuli
  • compresse
  • gocce
  • fiale per iniezione e bevibili 

Accanto all'impiego locale, i medici omeopati consigliano di agisre anche per via interna, impiegando il rimedio in diverse dinamizzazioni, secondo la regione del corpo colpita.

Prodotti a base di Arnica in commercio e consigli pratici sul loro utilizzo: 

  • Pomata di arnica

La pomata di arnica è di semplice impiego sulle aree cutanee e si può trovare da sola e anche in combinazione con altri rimedi, in particolare Artiglio del diavolo, Calendula, Iperico, e si usa in caso di botte, contusioni, distorsioni, ematomi, stappi, stiramenti muscolari, ma anche dolori ai muscoli come torcicollo, mal di schiena, tensioni muscolari. La crema di arnica la si può acquistare in farmacia sia come prodotto omeopatico che come prodotto fitoterapico, presso la nostra farmacia si possono acquistare entrambi, mentre on line si può vendere solo quella fitoterapica, (per acquistare clicca qui) 

pomata arnica

 

  • Granuli e globuli

I granuli sono contenuti in una confezione multidose speciale in modo che non si tocchino con le mani, per assumerli si usa il tappo dosatore che eroga i granuli ogni volta che si che e si gira e si assumono da 3 a 5 granuli alla volta e si sciolgono in bocca sotto la lingua.

I globuli solitamente sono in confezioni monodose che si usano in una somministrazione unica e sono usati solitamente per le alte diluizioni: 30-200-1000   

Arnica 200 CH, un tubo dose ripetibile una o più volte al giorno secondo il bisogno, per i traumi alla volta cranica, opppure per i traumi intensi con paura oppure per preparare il paziente ad un intervento chirurgico e odontoiatrico, oppure nel trattamento post-operatorio chirurgico e odontoiatrico.

I tubi dose sono tubetti che contengono numerosi globuli che si vuotano direttamente sotto la lingua o in bocca, oppure possono essere sciolti in poche gocce d'acqua per essere instillati nella cavità orale, o si preferisce in parte cospargerli anche sul cuoio capelluto, se non vi sono ferite esposte.

 

Arnica 15 o 30 CH trova impiego nei traumi del viso, si può utilizzare in forma di granuli da lasciar sciogliere sotto la lingua.

La posologia varia secondo il bisogno ed è proporzionale all'entità del trauma: più intenso il trauma, più intensa la posologia, anche ogni 5 minuti all’inizio , poi si degrada a seconda del miglioramento

Il dosaggio di ogni singola somministrazione è di 5 granuli.

 

Arnica 5-7-9 CH per tutti i traumi localizzati di qualsiasi parte del corpo: braccia, gambe, caviglie, …ecc eccetto la testa .

Per la posologia seguire la posologia più intenso il trauma, più intensa la posologia, anche ogni 5 minuti all’inizio , poi si degrada a seconda del miglioramento Il dosaggio di ogni singola somministrazione è di 5 granuli.  

In tutti i casi di traumi è consigliato abbinare una crema con Arnica, Artiglio del Diavolo, Iperico ma, se la cute è lesa, si usa una crema con calendula o un gel a base di Aloe

Attenzione: in caso di traumi alla testa, si possono impiegare per frizioni le fiale iniettabili, ed i granuli o i globuli (chiamati anche tubo-dose) ma non usare la crema 

La Calendula in tintura madre può essere impiegata utilmente sulle ferite e nelle zone circostanti, per togliere il dolore e ridurre il sanguinamento e accelerare il riassorbimento del gonfiore post-traumatico (edema)

L'Iperico (Hypericum) si impiega quando il trauma colpisce una zona riccamente innervata come il viso, le mani e i piedi, l’osso sacro,  la dinamizzazione più utilizzata è Iperico 30 CH, con le stesse modalità di impiego di Arnica 30 CH, con la quale va spesso associata.

Per le estrazioni dentarie o traumi dentari l’Iperico 30 ch  si associa, oltre che con l'immancabile Arnica, con Aconitum 30 CH, Calendula tintura madre, Phosphorus 30 CH, Apis 9 CH.

Aconitum è il grande rimedio delle nevralgie del viso, in particolare dentarie, in associazione, come appena detto, con Iperico. Si impiega solitamente come Aconitum 30 CH, 5 granuli più volte al dì secondo il bisogno, per calmare il dolore insopportabile delle nevralgie trigeminali e dentarie in particolare.

Apis si impiega in tutte le condizioni di gonfiore, rossore e dolore, in forma di pomata (spesso combinata con Arnica e Calendula), di granuli o di gocce. Apis si usa anche per le punture di insetto 5 granuli alla 9 o 15 ch appena punti da ripetere ogni 5 minuti  poi si degrada a seconda del miglioramento.

Phosphorus è il rimedio più importante per il trattamento delle emorragie soprattutto del capo e dentarie in particolare, insieme con Calendula, Hamamelis e i veleni dei serpenti Vipera e Lachesis, considerati grandi rimedi antiemorragici o comunque di regolazione della coagulazione. Si usa alla 30 CH.

Lachesis 5 CH, 5 granuli più volte al giorno secondo il bisogno e sono particolarmente utili quando vi sono condizioni di sanguinamento agli arti inferiori o alterazioni della circolazione venosa con varici.

Ledum 5 CH è il rimedio delle ferite da punta, da cui non esce sangue o, se esce, è in quantità minima rispetto al dolore provocato.

Ledum 5-7-9-30-200 CH si usa anche per prevenire le punture delle zanzare, per scegliere la diluizione si usa un parametro semplice: più uno attira le zanzare più si usano potenze elevate dalla 9-30-200 CH

Natrum carbonicum si impiega alla 5 CH con particolare successo in tutte quelle condizioni traumatiche che faticano a guarire perché permangono liquidi a livello dei legamenti, a causa di un blocco del deflusso linfatico, che impedisce all'articolazione di rinsaldarsi e la rende soggetta a ulteriori danni.

Natrum sulfuricum 30 o 200 CH è utile nel ridurre il gonfiore post-traumatico nei traumi del capo, insieme con Arnica 200 CH .Si usa la 30 CH per i traumi al viso,  e la 200 CH per i traumi cerebrali, con le stesse modalità di Arnica, con cui utilmente si associa nel trattamento.

Ruta 5 CH è il rimedio principale dei legamenti.

Symphytum 5 CH è il rimedio più indicato per la guarigione delle fratture, 5 granuli tre volte al giorno

Staphysagria 5-7-9 CH è indicata per le ferite da taglio, 5 granuli tre volte al giorno 

  • Compresse

​Le compresse in omeopatia un mezzo molto comodo e gradevole per assumere i prodotti omeopatici si mettono in bocca e si succhiano sotto la lingua.

Per i traumi ed i dolori si assume Arnica compositum e Zeel una compressa da succhiare 3-6  volte al di secondo necessita: più forte e vicino è il trauma più le somministrazioni si ripetono anche ogni 1-2 ore.

  • Fiale 

​Le fiale sono iniettabili e bevibili per i traumi ed i dolori si assume Arnica compositum, Zeel, Ledum Compositum, Cuprum Heel ma per questi prodotti è meglio sentire il paere di un omeopata.       

 

Vi raccomandiamo di sentire il parere del vostro medico, meglio se specializzato in omeopatia, in caso di patologie

 

I prodotti omeopatici si possono sempre associare alle terapie che il vostro medico vi prescrive.

  • ​Tutti gli argomenti trattati riguardo l'omeopatia sono frutto di 40 anni di studio da parte dei Dottori farmacisti Signorini Leonildo in primis e poi dei figli Luca e Roberto e dei collaboratori come la Dottoressa Alessandra Frigo sui testi più importanti di omeopatia quali:
  1. James Tyler Kent​​: Materia Medica Omeopatica 
  2. Farmacologia e Materia Medica Omeopatica: Denis Demarque, Jacques Jouanny, Bernard Poitevin
  3. Max Tetau: Materia Medica Omeopatica 
  4. Bruno Brigo: Natura medicatrix. 350 sindromi cliniche in omeopatia, fitoterapia, gemmoterapia, oligoterapia, litoterapia, oli essenziali