LA FEBBRE: COME AFFRONTARLA CON PRODOTTI OMEOPATICI

omeopatia

Come affrontare la febbre con l'omeopatia:

Con l'omopatia si può avere affetti positivi fino ad un massimo di 38° se la febbre è più alta bisogna farsi visitare da un medico ed usare antipiretici e/o antibiotici, in questo caso l'omeopatia può essere di appoggio ai framaci. 

 

Cosa è la febbre?

La febbre è una risposta fisiologica dell'organismo a stimoli endogeni o esogeni caratterizzata da un aumento della temperatura corporea al di sopra del valore considerato normale. Il meccanismo patogenetico della febbre consiste in un'alterazione funzionale reversibile dei neuroni dei centri regolatori ipotalamici (set point ipotalamico) prodotta dalle citochine che si sviluppano, in particolari condizioni patologiche di natura infiammatoria e infettiva.

Oltre alle caratteristiche individuali vanno considerate alcune variabili oggettive: la temperatura corporea fluttua normalmente durante il giorno, con il livello più basso alle ore 4 del mattino e col più alto alle ore 18 di sera.
Pertanto una temperatura di 37,5 °C potrebbe essere considerata febbre di mattina, ma non di pomeriggio; la digestione, l'attività fisica, il ciclo mestruale (nella fase post-ovulatoria si ha un innalzamento di circa 0,6 °C per tutta la fase luteinica) influiscono a determinare la temperatura corporea dell’individuo.
 

 

Classificazione:

La febbre, la si distingue comunemente in
  • febbricola (fino a 37,1 °C)
  • febbre moderata (fino a 38 °C)
  • febbre elevata, (fino a 39,5 °C)
  • iperpiressia (oltre 39,5 °C)
Queste temperature riguardano la temperatura ascellare che è normalmente 0,5 °C in meno della temperatura corporea.
 
 
 

Perchè il nostro organismo reagisce cosi?

Simbolismo in naturopatia: le discipline naturali in genere, considerano la febbre è una forma di difesa spontanea dell’organismo che consiste in un rialzo termico per impedire lo sviluppo di microrganismi termolabili, pertanto, da non bloccare ma, da seguire e assecondare affinché eserciti il suo ruolo difensivo.
L’aumento di temperatura indica uno stato di allerta generalizzato dell’organismo, l’espressione vivere in uno stato “febbrile” esprime un senso di allerta e di eccitazione.
 

 

 

Omeopatia:

 
Aconitum 5-9 CH granuli
Febbre ad esordio improvviso in seguito ad esposizione al freddo, vento o caldo intenso. Aggravamento in un ambiente caldo, alle ore 24 e col tocco, miglioramento col movimento.
 
Arsenicum album 5-9 CH granuli
Febbre da tossinfezioni alimentari, febbre media ad esordio rapido, concentrata al viso con corpo freddo, sete intensa di acqua fredda, freddolosità, nausea, dolore addominale aggravamento col freddo e di notte dalle ore 1 alle ore 3; miglioramento col caldo locale.
 
Belladonna 5-9 CH granuli
Febbre elevata ad esordio improvviso, compare dopo esposizione a freddo umido o concomitante a processi infiammatori. Febbre alta irradiante che si percepisce a distanza, il viso è rosso e congestionato con pupille dilatate (midriasi), pelle bagnata di sudore e dolori pulsanti.Aggravamento con la luce, rumore, contatto e freddo; miglioramento col riposo e in posizione semiseduta.
 
Bryonia 5-9 CH granuli
Febbre a lenta insorgenza inizia dalle labbra a dalla punta delle dita delle mani e dei piedi. Febbre alta con sete insaziabile, brividi e calore sul lato destro del corpo e cefalea frontale sinistra. Aggravamento col minimo movimento, col freddo e clima umido e alle ore 21 di sera; miglioramento stando fermo, sdraiato e all’aria aperta.
 
China 5-9 CH granuli
Febbre da indigestione e insufficienza epatica. Febbre continua e intermittente con calore e pizzicore sul corpo, brividi che iniziano dalle gambe con dolore dell’ipocondrio destro e addominale. Aggravamento col movimento; miglioramento mangiando.
 
Eupatorium perfoliatum 5-9 CH granuli
Sindrome febbrile influenzale, si manifesta con crampi localizzati al polpaccio e ai piedi, con brividi che iniziano dalla schiena o dalle mani, dolori angoscianti localizzati alle ossa, sensazione che il letto sia troppo duro. Aggravamento bevendo e scoprendosi; miglioramento col calore esterno.
 
Gelsemium 5-9 CH granuli
Febbre che si sviluppa in seguito a influenza, infiammazioni, infezioni e malattie esantematiche. Febbre continua con brividi che iniziano dai piedi e dalle mani e scorrono lungo la schiena, sonnolenza, palpebre pesanti, vista offuscata, tremore, debolezza e mancanza di sete. Aggravamento col caldo e con pensieri angoscianti; miglioramento con la traspirazione e la minzione.
 
Natrium muriaticum 5-9 CH granuli
Febbre intermittente di origine sconosciuta, si manifesta in seguito a stress ed esposizioni a clima umido e paludoso. La febbre inizia delle estremità invade la schiena con brividi repentini, forte desiderio di bere bevande fredde, sudorazione, labbra aride, screpolate, attorniate da herpes. Aggravamento con l’umidità, miglioramento con la sudorazione.
Uso: 5 granuli sublinguali 3 o 4 volte al dì.
 
 

 

Fitoterapia:

 
Echinacea TM
Stimola e potenzia le difese immunitarie durante le fasi acute dell’influenza bloccando la proliferazione batterica e virale.
Uso: 30-50 gocce 3 volte al dì
 
Ribes nero M.G.
Antinfiammatorio decogestionante
Uso: 30-50 gocce 3 volte al dì
 
 

 

Sali di shüssler:

 
Ferrum phosphoricum D6
(I° fase dell’infiammazione con febbre < 39°C sfe ra ORL)
 
Kalium muriaticum D6
(II° fase dell’infiammazione con catarro, sfera O RL e bronchite)
 
Kalium phosphoricum D6
(III° fase dellì’infiammazione con febbre > 39°C, con congestione cerebro vascolare, psichismo ansiogeno-depressivo)
Uso: 1 o 2 compresse sublinguali, 2 o 6 volte al dì.
 

 

Consigli di Nutrizione nei soggetti con febbre

 
Durante la febbre è consigliabile bere per disperdere il calore ed eliminare le tossine. Il soggetto con febbre non deve essere eccessivamente coperto e non deve assumere bevande e alimenti caldi.
Inoltre, si consiglia di assumere alimenti e bevande diaforetiche (tisane a base di Tiglio, Eucalipto, Salice e Verbena); sono consigliati trattamenti e applicazioni che disperdono il calore: spugnature fresche su polsi, caviglie e fronte.
Consigliati integratori con Vitamina C.
 
 
 

 

​Tutti gli argomenti trattati riguardo l'omeopatia sono frutto di 40 anni di studio da parte dei Dottori farmacisti Signorini Leonildo in primis e poi dei figli Luca e Roberto e dei collaboratori come la Dottoressa Alessandra Frigo sui testi più importanti di omeopatia quali:

  1. James Tyler Kent​​: Materia Medica Omeopatica 
  2. Farmacologia e Materia Medica Omeopatica: Denis Demarque, Jacques Jouanny, Bernard Poitevin
  3. Max Tetau: Materia Medica Omeopatica 
  4. Bruno Brigo: Natura medicatrix. 350 sindromi cliniche in omeopatia, fitoterapia, gemmoterapia, oligoterapia, litoterapia, oli essenziali

 

 

 

 

 

ATTENZIONE CON QUESTI CONSIGLI NON INTENDIAMO SOSTITUIRCI AL MEDICO CHE VA SEMPRE INTERPELLATO PER UNA DIAGNOSI ED UNA EVENTUALE TERAPIA FARMACOLOGICA QUALORA LO RITENESSE OPPORTUNO. LE TERAPIE FARMACOLOGICHE POSSONO ESSERE AFFIANCATE ALLE TERAPIE NATURALI QUI DESCRITTE