Test Osteoprosi : Giovedì 17 Ottobre

giovedì 17 ottobre 2019 Dal 17 ottobre 2019 al

 

L'osteoporosi è caratterizzata dalla progressiva riduzione della massa ossea e dal deterioramento della microstruttura del tessuto osseo. Ciò è dovuto alla perdita di calcio e sali minerali nelle ossa ed è un fenomeno in parte fisiologico, in quanto è conseguenza dei cambiamenti metabolici e ormonali ai quali va incontro l'organismo con l'avanzare dell'età: in questa situazione, il riassorbimento del tessuto osseo supera quello di formazione di nuovo tessuto osseo. 

Perchè si presenta l'osteoporosi?

Le donne, soprattutto dopo i 60 anni, risultano più soggette a manifestare la malattia rispetto agli uomini. Ciò è dovuto alla perdita della funzionalità ovarica e alla conseguente riduzione di estrogeni che si verifica in seguito alla menopausa. Non bisogna pensare però che gli uomini ne siano immuni: sopra i 60 anni il 14% degli uomini è affetto da osteoporosi. Molti sono i fattori di rischio in grado di causare l'osteoporosi. Su alcuni non è possibile intervenire come la predisposizione genetica, la costituzione corporea esile, l'assunzione protratta di alcuni farmaci (es. cortisonici, ormonitiroidei, chemioterapici) o una prolungata amenorrea. Altri, invece, come l'inattività fisica, disordini alimentari con ridotto apporto di calcio, il fumo, un elevato consumo di alcool o caffè, possono essere modificati. In tutte queste situazioni, attraverso meccanismi diversi, si determina un impoverimento di Calcio a livello osseo con il risultato di un aumento della perdita di massa ossea.

L'osteoporosi è caratterizzata dalla progressiva riduzione della massa ossea e dal deterioramento della microstruttura del tessuto osseo. Ciò è dovuto alla perdita di calcio e sali minerali nelle ossa ed è un fenomeno in parte fisiologico, in quanto è conseguenza dei cambiamenti metabolici e ormonali ai quali va incontro l'organismo con l'avanzare dell'età: in questa situazione, il riassorbimento del tessuto osseo supera quello di formazione di nuovo tessuto osseo. 

Dato che non esistono per questa condizione sintomi precoci e che l'esordio della sintomatologia dolorosa coincide solitamente con la comparsa di una frattura, l'osteoporosi può non essere riconosciuta per lungo tempo. A livello diagnostico ci sono indagini di laboratorio come l'esame emocromocitometrico, gli elettroliti plasmatici, l'elettroforesi, l'escrezione urinaria giornaliera di calcio e fosforo, il paratormone e, più recentemente, anche alcuni marcatori biochimici del ricambio osseo, e metodiche strumentali come densitometria ossea accoppiata a doppio Rx (DXA), mineralometria ad ultrasuoni (QUS), la TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) e la RMN (Risonanza Magnetica Nucleare) quantitativa.

Tra queste la QUS rappresenta uno dei migliori metodi di valutazione dello stato della massa ossea in quanto il risultato che fornisce è correlato non solo alla densità dell'osso ma anche all'architettura e all'elasticità dell'osso stesso.

Dove fare un test per valutare l'osteoporosi?

A questo proposito ci teniamo a far presente che presso la nostra farmacia sarà possibile eseguire questo esame , proprio perchè uno dei migliori modi per affrontare questa condizione è la prevenzione perchè quando compaiono i sintomi è già tardi. Per chi fosse interessato può prendere appuntamento , l'esame dura solo pochi minuti ed ha un costo di soli € 10 

La prossima data sarà il giovedì 17 ottobre 

Potrai effettuare presso la nostra farmacia la QUS ( mineralometria ad ultrasuoni), I vantaggi di questa metodica sono : l'assenza di radiazioni, la facilità e la rapidità di esecuzione dell'esame( tempo necessario circa 5 minuti ),  Telefona o recati subito in farmacia per prenotare il test (tel 0458006264)